Michele Gioiosa con Carlo Maria Giulini
(Milano 15 ottobre 1999)


Un incontro indimenticabile

La cortesia del Maestro al telefono mi fa subito pensare che sarÓ un'esperienza da non dimenticare.
Fissato l'appuntamento, mi presento all'ora stabilita a casa del Maestro e, dopo essere stato accompagnato dal portiere, vedo il Maestro venirmi incontro con le braccia aperte. La grandezza dell'uomo si vede nella sua umiltÓ...
Prima dell'Intervista, il Maestro ha voluto sapere di me; io, imbarazzatissimo (prima foto) e impreparato (mai mi era capitato su centinaia di interviste!) ho cercato di non rispondere e di portare il discorso sull'intervista, ma il Maestro insistette e ascoltando le mie parole, non finiva di farmi i complimenti. Terminata l'intervista, il Maestro mi accompagna alla porta e mi ringrazia per la visita. Dopo qualche giorno ricevo la telefonata del Maestro che ancora una volta mi ringrazia e che aveva letto le pubblicazioni donate da me. Vi giuro che sono tornato coi piedi per terra dopo un paio d'ore...

Il Maestro che mi intervista...

Il Maestro sfoglia il libro Interpretare Bach su strumenti a tastiera di Paul Badura-Skoda
pubblicato dalla Gioiosa Editrice

L'Intervista con il Maestro Ŕ stata pubblicata nel numero di
Maggio 2000 di Musica e Scuola